matrionio-01

Matrimonio: come tornare in forma per indossare l’abito

Il giorno delle nozze, soprattutto per la sposa, è un momento magico. In questa occasione, per molti, si corona un sogno. Chi ha scelto di compiere questo passo, si trova quindi alle prese con una miriade di cose da organizzare, con tantissime incombenze a cui fare fronte e tanto, tanto stress che si accumula. Uno dei motivi più grandi di stress, in questo caso sia per l’uomo che per la donna, è l’abito, e spesso per indossarlo perfettamente è necessario tornare in forma.

L’abito da sposa perfetto

Una delle maggiori incombenze per la donna è la ricerca dell’abito da sposa. Deve essere perfetto, deve esser quello giusto per far sentire la sposa bellissima e davvero protagonista del suo giorno più bello. Ma  la ricerca molto spesso può diventare estenuante, soprattutto per il fatto che l’abito deve calzare come un guanto. E allora la paura di mettere su qualche etto è drammatica. Ma non solo, ci sono spose che vogliono a tutti  costi entrare in un abito di anche una o due taglie più piccole della loro e che ricorrono quindi a diete drastiche o all’utilizzo di prodotti come garcina cambogia pure.

matrimonio-02Ritrovare la forma fisica diventa quindi una priorità, ma finché lo si fa con tempo può anche andare bene, il problema nasce quando si pretende di perdere 15 chili in 10 giorni. Allora conviene acquistare un abito della taglia giusta e indossarlo con disinvoltura, godendosi la giornata piuttosto che farsi strizzare in un corsetto per poi mostrarsi evidentemente scomode e a disagio. In fin dei conti la cosa più importante è vivere bene la giornata e conservarne per sempre un ricordo piacevole, non ricordando quindi il mal di piedi dei tacchi o il sentirsi in imbarazzo in un abito che non lascia nemmeno libertà di movimento.

Lo sposo mummificato

Sebbene negli uomini qualche chiletto di troppo e un po’ di pancetta siano tollerati, è bene comunque scegliere un abito comodo, diversamente si sembrerà una mummia appena uscita dal sarcofago. Uno spezzato o un completo ma anche un classico smocking andranno scelti in base alla fisicità dello sposo. Inutile andarsi a sposare col panciotto o con la classica fascia alla spagnola se il girovita è come quello di Giuliano Ferrara ai tempi d’oro. Meglio optare per un abito decisamente più discreto, scuro, che esalti, eventualmente, i pregi piuttosto che i difetti. Anche per lo sposo, come per la sposa, la cosa più importante è vivere questa giornata con l’affetto dei propri cari. Purtroppo però, le apparenze vengono sempre messe in primo piano.

Cercare di mantenere costante il peso

Se avete misurato l’abito due o tre mesi prima del matrimonio, cercate assolutamente di mantenere lo stesso peso. Se si è sovrappeso, purtroppo, il rischio di aumentare, ma anche di diminuire peso, è alto. Certo, un abito si può restringere o allargare a seconda delle esigenze, tuttavia è sempre meglio ritoccare l’abito, specialmente quello della sposa, il meno possibile. Fare qualche sacrificio per qualche mese, in fondo, non è impossibile, d’altro canto ci sarà tutto il temo per ingrassare dopo il matrimonio.